Stefano Nari Re di Isola del Liri 2017

Stefano Nari Re di Isola del Liri 2017

Si è conclusa lo scorso weekend ad Isola del Liri con la Poggio Vallefredda, la seconda tappa del Campionato Italiano velocità in salita valevole anche per il Campionato Europeo. Una due giorni nel segno dello sport e della solidarietà grazie alla raccolta fondi a cura di Marco Pour Sardellitti con la sua APEttinata, per una bosa di studio destinata ai figli di Stefano Frisanco, pilota gravemente ferito in un incidente. Gara al cardioplama in molte categorie per l’alto livello dimostrato dai partecipanti ed i distacchi minimi tra i piloti hanno fatto si che il vincitore risultasse incerto fino all’ultimo momento, entriamo nel dettaglio della gara:

SCOOTER: è Francesco Cianfrani ad aggiudicarsi la classe aggiudicandosi entrambe le manche, al secondo posto Alessio Baglioni, ed al terzo Marco MoDesti, compagno di scuderia di Cianfrani.

PITBIKE: unico concorrente è Nico Quadrini

 

125-OPEN: Tiziano Rosati domina la classe e vince a mani basse, mentre per i gradini più bassi del podio è lotta a tre con distacchi minimi rta i piloti Emiliano Di Folco, Massimiliano Cangiano e Kevin Peticca. Anche se a paripunti con Massimiliano Cangiano, il secondo posto va ad Emialiano Di Folco per aver realizzato il miglior tempo.

 

250 – OPEN: Marco Queirolo, deludente in qualifica, gioca il tutto per tutto in gara e si aggiudica entrambe le manche eseguendo la salita perfetta in Gara 1 con un tempo impressionate. Al secondo posto Guido Testoni, ed al terzo un ottimo Dario Montalti alla prima gara dopo anni di assenza dal circus.

 

 

MOTO 3: è sempre sfida tra Marco Lombardi e Giovanni Ronzoni e ad aggiudicarsi la gara è il toscano Marco Lombardi in sella alla sua Moriwaki.

 

 

 

600 STOCK: Continua la striscia positiva per David Lignite che vince, con distacchi minimi, entrambe le manche di gara davanti alla “leggenda” Stefano Manici che comincia a prendere confidenza in questa nuova avventra. Terzo posto per Davide Gesuale

 

 

NAKED: L’imprendibile Stefano Manici domina la classe lasciando un distacco importante ai suo diretti avversari, ovvero Riccardo Marchelli ed Andrea Cifone che in gara 1 ha la meglio proprio su Marchelli che purtoppo non riuscirà a partire per gara 2. Secondo posto dunque per Andrea Cifone e terzo per Fabrizio “barry” Rivellini.

 

600 OPEN: Manche combattuttissima quella della 600 Open, una lotta a colpi di centesemi quella tra Francesco Curinga e Stefano Nari. Francesco Curinga si aggiudica gara 1 con un distacco di soli 7 centesimi su Stefano Nari, in gara due le carte si ribaltano, Stefano Nari fa delle piccole modifiche alla moto che gli permettono di dare quel qualcosa in più in gara 2 riuscendo a fermare il cronometro sullo straordianrio 1’16.74! Tempo che gli fa vincere classe e Classifica assoluta, secondo Francesco Curinga staccato di soli 9 centesimi! wow.. Al terzo posto Yuri Storniolo che continua a dimostrare l’ottimo stato di forma già visto nella gara precedente.

 

SUPERMOTO: Prima vittoria per Marco Ricci che in sella alla sua KTM vince entrmbe le manche. Secondo posto per Antonio Vallati, e Giorgio Lattavo al terzo.

 

 

 

SUPERMOTO OPEN: Grande forma dimostrata da Enrico Pescini che vince Gara 1 e per qualche minuto anche Gara 2 davanti ad Andrea Majola; ho scritto qualche minuto?, si esattamente, entriamo nel dettaglio per scoprire i retroscena:  pronti a festeggiare per la vittoria Di Enrico Pescini in gara due, Andrea Majola dopo aver tagliato il traguardo come secondo, si dirige subito dal commissario tecnico dicendo di aver trovato un pilota davanti a se che, non vedendo esposte le bandiere blu, non si è accorto di averlo dietro facendogli perdere di conseguenza tempo prezioso in un sorpasso difficoltoso. Accolte le proteste di Andrea Majola, come da regolamento, il direttore di gara acconsente a farlo ripartire, e giocandosi il tutto per tutto, riesce ad aggiudicarsi la manche ed anche la gara avendo fatto il tempo migliore rispetto ad Enrico Pescini. Al terzo posto conclude un ottimo Gerardo Galvani.

 

1000 OPEN: Di ritorno da un entusiasmante quanto sfortunato Tourist Trophy, Stefano Bonetti si aggiudica entrambe le manche. Al secondo posto troviamo un rigenerato Fabrizio Lannutti, al terzo Marco Giovannoni.

 

 

SIDECAR: L’equipaggio Bottino – Capello si aggiudica entrambe le manche lasciando al secondo posto i campioni Barbi – Doratori. Terzo Gradino del podio per Manfredi – Rocchi.