Risultati Leccio Reggello 2017

Si è conclusa questo weekend la prima tappa del CIVS, la Leccio Reggello 2017, il bel tempo ed il gran numero di piloti al via, circa 140, hanno in parte fatto dimenticare l’odissea dello scorso anno. Gli errori passati sono serviti a correggere le mancanze della prima edizione, come ad esempio i megafoni per la chiamata dei piloti ed il paddock rivisto e corretto. Il ritardo accumulato per le varie cadute, è passato in secondo piano, perché le condizioni dei piloti sono tutte risultate buone, tranne per il pilota Piva Francesco Maria, che ha rimediato una piccola frattura alla clavicola. Da segnale il commovente saluto a Dario Cecconi, compagno di tante salite tragicamente scomparso alla Tandragee 100.

Andiamo subito nel dettaglio della gara!

Classe SCOOTER: Alessio Baglioni, vince sul campione Italiano Matteo Ridofli, con un buon margine di distacco ed una differenza di velocità media impressionate, circa 6 km/h che fa pensare ad un problema tecnico da parte di Ridolfi oppure, visto che Baglioni appare nelle classifiche della polini Cup 100 Evo, sia partito con un mezzo più performante, teorie che spero di chiarire alla prossima gara.

AGGIORNAMENTO: Ho sentito telefonicamente Alessio Baglioni il quale mi ha spiegato che si partecipa alla Polini Cup, ma con un altro motore, perchè quello che si usa nella Polini Cup da regolamento è vietato in salita, e che avendo un team/officina, ha a disposizione pezzi migliori rispetto al suo avversario ma sempre conformi al regolamento.

Classe PIT BIKE: E’ lotta in casa MC True Riders e, ad avere la meglio, è Herodik Cecere su Ohvale, in seconda posizione Alice Sabatini e terzo Gabriele Dolfi, su moto GDR.

 

 

 

Classe 125 OPEN: solo 4 i partenti in questa che era una delle classi più numerose in passato, un manche a testa per i piloti Giacomo Gubbini e Tiziano Rosati ma, per aver fatto il tempo migliore, la gara se la aggiudica Gubbini. Al terzo posto Mattia Felici, ed infine Loris Guerrini.

 

 

Classe 250 OPEN: Facile la vittoria di Guido Testoni, che lascia dietro di se Marco Vigilucci e Angelo Testoni conbuon margine

 

 

 

Classe MOTO 3: Vince Marco “teppista” Lombardi in sella alla sua Moriwaki, al secondo posto Giovanni Ronzoni.

 

 

 

Classe 600 STK: Stravince David Lignite portandosi a casa tutto quello che c’era da prendere, ovvero, pole position, vittoria in gara 1, vittoria in gara 2 e vittoria assoluta grazie al tempo di 1’22.21. Al secondo posto troviamo Adriano Pagli, al terzo una “new entry” Stefano Manici, che per questo 2017 proverà la doppia categoria, al quarto Manuel Fuligni ed al quinto Fabio Brando.

Classe NAKED: E’ stata una questione di centesimi a far decidere la vittoria, 14 per la precisione, quanto basta per assegnare la vittoria a Stefano Manici, che finisce a pari punti con l’ottimo Riccardo Marchelli che comunque si aggiudica gara 1. Terzo gradino del podio per Andrea Cifone che rimane leggermente staccato in gara 1, ma anche qui, per una questione di centesimi, sfiora la seconda posizione in gara 2. Sarà un’annata al cardiopalma quella della naked visto i distacchi minimi che ci sono tra i primi tre. Al quarto posto Fabrizio Rivellini ed al quinto Gianluca Girotto.

Classe 600 OPEN: Come per la Naked, anche nella 600 Open si preannuncia una grande battaglia visto il minimo distacco tra i primi tre piloti. Ad avere la meglio è stato Carmine Sullo che con due manche fotocopia batte di soli 2 centesimi il secondo Daniele Stolli, al terzo Yuri Storniolo staccato di 2 decimi. Al quarto un sorprendete Federico Mosti che, dopo l’anno di apprendistato, inizia a trovare la giusta confidenza. Chiude in quinta posizione Manuel Fuligni.

Classe SUPERMOTO: Ad aggiudicarsi la gara, è stato Manuel dal Molin, che quest’anno le proverà tutte per cercare di soffiare il titolo al Campione in carica Majola Andrea che conclude il weekend in seconda posizione distaccato di pochi decimi. Al terzo posto si piazza Enrico Pescini, al quarto Gerardo Galvani, ed infine Emanuele Corona al quinto.

 

Classe 1000 OPEN: Ad aggiudicarsi la vittoria è stato il fortunato Fabrizio Lannutti, dico fortunato perché è stato autore di una caduta appena tagliato il traguardo, il pilota non ha riportato gravi conseguenze, e sorridendo ha ammesso di aver commesso un errore di “irruenza” cercando il tempo assoluto, mancato per pochi decimi. Al secondo posto si piazza Massimo Petrocchi, al terzo un ottimo Nicholas Rovelli, al primo anno in questa categoria, ultimi gradini del podio per Giovanni Lazzeri al quarto, e Stefano Renzo Pasolini al quinto.

Classe SIDECAR: Testa a testa per gli equipaggi Bottino – Capello e Barbi – Padoan, entrambi autori di una vittoria di manche, ma ad aggiudicarsi la vittoria finale è stato Bottino – Padoan autore del miglior tempo. Al terzo posto Manfredi – Storniolo, al quinto Bonanni – Poretti ed al infine Ribechini – Cavadini.

Un 2017 di novità anche per la classe epoca che vede alla partenza 3 nuove categorie, la Vintage 86 (ex 84), la Vintage 94, e la 125 sport 94, analizziamo subito i risultati,

Gruppo 4 125cc: Andrea Orselli, in sella alla sua Honda vince con uno scarto di soli 0.42 secondi, a seguire Luigi Giuffrida con 1.59, Giorgio Ciurletti con 1.97, Maurizio Dalmonego con 2.32 e Leonardo Spadazzi con 2.80

Gruppo 4 250cc, vince Sergio Mosna con uno scarto di 1.58

Gruppo 4 500cc: Vince lo specialista Federico Bosi, con uno scarto di 0.84, dietro di lui, Giacomo Lepre con 1.32, Ivan Gagliarducci con 1.46 Gianluca Spadazzi con 1.98 ed Enzo Quarin con 2.54

Gruppo 4 1000cc: Renzo Pratesi vince su alberto Bricchi con uno scarto di 1.5

Gruppo 5 250 4T: con due ottime manche, vince Giovanni Lombardi lasciando dietro di sé Gianni Finelli, Mario Dolfi, Alessio Ascari e Giorgio Tagliabue.

Gruppo 5 250 2T: con un buon distacco sul secondo, Cristiano Ramagnini si porta a casa la vittoria, lasciando sui gradini più bassi del podio, Aleksander Loncao, Moreno Cecconi, Paolo Marchetti e Paolo Cecchelli.

Gruppo 5 5004T: Federico Bosi vince con ampio margine entrambe le manche e con il suo 1’34.02 si aggiudica anche la classifica assoluta, al secondo posto Umberto Ricci, ed al terzo Eugenio Convalle.

 

 

Gruppo 5 Vintage 86: ad avere la meglio sugli avversari è Carlo Leoncini che, con la sua Ducati Moretti, vince entrambe le manche, al secondo posto si piazza Alessio ascari, Luciano Adami al terzo ed infine Alberto Bricchi.

Gruppo 5 Vintage 94: Domina entrambe le manche Massimiliano Magnani su suzuki che con il tempo di 1:35.85 fa segnare il terzo tempo assoluto della classe categoria epoca, a seguire Carmelo Vittorino e Girgio Manfredi.

 

Gruppo 5 125 SPORT 94: 3 i partenti in questa nuova categoria ed il vincitore è stato Alessandro Baldessari battendo Alberto Facchinelli secondo, e Marco Dipaolantonio.

Conclusa la Leccio Reggello 2017, il prossimo appuntamento è ad isola del Liri il 25 giugno, con la Poggio – Vallefredda, edizione “inedità” quella del 2017, perché è stata anticipata la partenza, cambiando di conseguenza l’approccio delle prime curve.

Vi Aspettiamo Numerosi!