Risultati Gragnna – Varliano 2018

Gragnna – Varliano 2018

 

di Bianca Lombardi

Sabato 4 e domenica 5 agosto si e’ disputata la seconda edizione della Gragnana- Varliano, a Piazza al Serchio in provincia di Lucca, organizzata dal Motoclub Ducale.

Quella di Gragnana e’ stata una gara che ha cambiato per sempre la storia del motociclismo. Ogni qual volta che viene nominato il campionissimo Giacomo Agostini nascono spontanee le vecchie e note domande. Chi sarà il pilota più forte tra Agostini, Rossi e Marquez? Chi potrà mai eguagliare i 15 titoli mondiali e 18 titoli nazionali di Mino? Beh, la risposta alla prima e’ che ogni epoca ha il proprio campione, mentre la seconda, da oggi in poi, sarà diversa. Si è sempre ragionato e proclamato a gran voce che nessun pilota avrebbe mai raggiunto il numero dei titoli di Mino semplicemente perché come allora non si gareggia più in due categorie diverse contemporaneamente. Stefano Manici ci ha appena dimostrato il contrario, che tutto è possibile. Con una gara di anticipo nella categoria naked ha raggiunto il famigerato record dei 18 titoli tricolori, appartenuto fino a pochi giorni fa solo al pilota di Lovere. E lo ha fatto conquistando un solo campionato a stagione, uno ad uno, anche se negli ultimi due anni ha gareggiato sia nella naked che nella 600 stock. In questo round ha chiuso primo nella naked e quarto nella stock.

Stefano Nari e Marco Queirolo hanno conquistato il loro quinto titolo rispettivamente nella 600 open e 250cc. Per entrambi poteva essere con molta probabilità il sesto, se solo nella passata stagione fossero stati presenti ad un maggior numero di gare. Stefano Nari inoltre è stato l’ unico pilota ad aver fatto segnare lo stratosferico crono di 1’15, arrivando davanti a tutti nella classe 600 open.

Invece per David Lignite e Manuel Dal Molin la Garfagnana ha assegnato loro il secondo titolo consecutivo nella 600 stock e nella Supermotard Open. Il pilota fiorentino vede così riconosciuti i tanti anni passati sempre nella parte alta delle classifiche, mentre Manuel Dal Molin ha vinto facendo registrare ancora tempi degni di una super sportiva.

Gli altri campioni italiani decretati in anticipo sono stati : Marco Lombardi nella Moto3, Carlo Leoncini nella Superopen 1000.

Nel gruppo 5 epoca Andrea Orselli nella classe80, Alessandro Baldessari nella classe 175 e nella Vintage 86, Sacha Loncao nella classe 250 2T, Carmelo Vittorino nella Supermono, e Massimiliano Magnani nella Vintage 94.

Veniamo ora alla gara e ai suoi colpi di scena che non si sono fatti di certo mancare, soprattutto nei Sidecar. Nel corso delle prove all’ultima curva l’equipaggio Di Berti -Ascenzi ha perso letteralmente il passeggero fortunatamente illeso. Ma non finisce qui, perché anche la coppia Bottino- Vettor e’ stata protagonista di un ribaltamento, senza conseguenze. Ma è’ il passeggero del duo Giacoletto-Scozzafava a mostrarci fino in fondo cosa significhi correre e vivere la salita. Sbalzato anch’egli fuori dal mezzo, una volta appurato il buon esito dei controlli presso l’ospedale più vicino, e’ ritornato velocemente sul luogo per prendere parte alle gare. Nonostante le enormi peripezie affrontate, tutti gli equipaggi sono riusciti a presentarsi alla partenza. La vittoria e’ spettata ai locali Barbi-Ridolfi, secondi Bottino-Vettor, terzi Di Berti-Ascenzi, quarti Giacoletto-Scozzafava.

Archiviati i tre ruote, per la prima volta nella stagione Claudio Cipriani e’ giunto davanti a Marco Queirolo nella 250. Ottimo il risultato di Adriano Pagli che ha vinto nella 600 stock davanti a David Lignite secondo. Grande vittoria di Federico Mosti nella Superopen 600. Nella 500 4t del gruppo 5 epoca ha trionfato di Cristiano Ramagini davanti a Umberto Ricci secondo, Eugenio Convalle terzo e Armando Zofrea quarto. Continua la serrata lotta tra Giovanni Lombardi e Mario Dolfi nella 250 4t che in Garfagnana l’ ha spuntata proprio quest’ ultimo. Nelle altre categorie delle moderne vittoria di Lazzoni negli scooter e di Repetti nella Pitbike/Ohvale. Ancora un altro successo per Loris Guerrini nella 125, Marco Lombardi nella moto3, Stefano Manici nella naked, Lorenzo Papalini nella Supermotard e di Matteo Lardori nei Quad. Infine Nicholas Rovelli primo nella classe 1000 e Luca Partigliani davanti a tutti nella Superopen 1000. Nel Gruppo 5 epoca ottimo risultato per Osvaldo Tarabella nella classe 80, Aleksander Loncao nella 250 2t, Giorgio Manfredi nella Vintage 86 e Massimiliano Magnani nella Vintage 94. I titoli tricolori ancora in gioco verranno assegnati all’ ultimo round di campionato presso il Passo dello Spino ( Ar) il 23 settembre.

Nel frattempo ricordate la data 8-9 settembre perché a Volterra si svolgerà la storica Saline-Volterra valevole come unica tappa di Coppa Italia.