Le Pagelle di Gragnana – Varliano 2017

Number of Thunder

Le pagelle della salita

Gragnana-Varliano 2017

 

Il Civs e’ tornato in Garfagnana. Non più Sillano-Ospedaletto ma poco sotto di essa, in un paesino di Piazza al Serchio, si è svolta la prima edizione della Gragnana-Varliano. Quarantatré edizioni ininterrotte o quasi del piccolo tourist trophy, alle quali sono seguiti cinque anni di esilio, per piloti ed appassionati, dalla terra che divide l’ Emilia dalla Toscana. Poi il riscatto. Il motoclub Ducale di Parma, il vicesindaco di Gragnana e la Pro Loco di Piazza al Serchio con passione, professionalità ed impegno hanno brillantemente superato i molti ostacoli che li attendevano. Il risultato è stata una prima edizione da ricordare. Gli abitanti sono stati molto felici di aprire i loro giardini e le loro case ai circa centocinquanta piloti, non solo per l’ allestimento dei mezzi durante la permanenza; ma anche per rifocillare gli stessi, sia alla partenza che al traguardo. I piloti, da parte loro, hanno dimostrato un apprezzamento senza equali, come ha sottolineato Eugenio Convalle, protagonista nelle epoca durante le premiazioni. L’intento dei partecipanti era quello di portare sportività e umanità in questo luogo, riuscendoci appieno. Il pubblico accorso molto numeroso ha assistito ad un grande spettacolo. Diversi i piloti che in classi differenti hanno firmato ottimi tempi. Durante la cerimonia conclusiva della manifestazione, e’ stato esposto dagli organizzatori tutti il chiaro intento per la prossima stagione. Adesso che il sogno e’ stato restituito, aspettiamo con ansia la seconda edizione, convinti che sarà indimenticabile proprio come questa.

Come di consuetudine passiamo ora ai voti:

Alessio Corradi: voto 10 e lode Torna il campione e si vede! È l’ unico a scendere sotto il muro del sedici, infatti segna l’ assoluto nella 1000 con il tempo di 1:15:11. Nella 600 open invece non riesce a battere un velocissimo Nari…. ma il re di Gragnana e’ lui!

Marco Queirolo, Manuel Dal Molin: voto 10 Una 250 volante quella di Queirolo e anche super precisa visto che fra gara1 e gara2 c’ è solo un centesimo! Ma non scherza nemmeno Dal Molin nei supermotard che con tempi davvero ottimi vince davanti a Majola. Riesce perfino a segnare 1:17 alto!

Adriano Pagli: 7 Presenza ingombrante nella 600 stock per Manici e Lignite, tanto che termina secondo in gara 1. Unica pecca che in gara 2 non migliora ma peggiora. Però c’ e’. Daniele Stolli: voto 7 Bella stagione e bella trasferta anche per lui. Costante in cima alla classifica. Terzo in entrambe le gare. Vai!

Barbi-Doratori: voto 8 Gara di casa per questo equipaggio garfagnino che giunge secondo in entrambe le manches. Per ora niente da fare contro gli imprendibili Bottino-Capelli che dominano! La carica emotiva di essere a casa non ha premiato abbastanza! Accidenti.

Paolo Marchetti: voto 7 Nonostante l’ altissimo tempo di gara 2 finisce terzo nella 250 2t del gruppo 5 dietro a Ramagini che vince, seguito da Loncao secondo.

Ferruccio Torre: voto 10 Vince davanti a Danilo Trafeli la classe 250 del Gr4 su Morini perché quest’ ultimo non è stato così regolare, specie in gara 2 per giocarsela. Lucca sul podio!

Carlo Leoncini: voto 10 e lode È suo l’ assoluto nelle epoca con il tempo di 1:26:29 ed è l’ unico a scendere sotto il ventisette. Potevamo scommetterci sopra.

Andrea Cifone: voto 7 Giunge terzo nella naked alle spalle di Manici e Marchelli. Fino a qui non è riuscito ad insediare Manici per la vittoria come avrebbe desiderato fare almeno una volta, e si lamenta. In realtà non avendo fatto nemmeno le prove del sabato in un tracciato nuovo per tutti ha fatto miracoli. Smile!

Stefano Manici: voto 10 Vince la naked e termina secondo nella 600 stock dietro Lignite. Ottiene buonissimi risultati, nonostante non abbia avuto un grande feeling con la moto in questo weekend, ne è riuscito a guidare come voleva. Ma questi sono i campioni. Veri.

David Lignite/ Stefano Nari: voto 10 I trionfatori della 600, rispettivamente stock e open. Dominano da far paura in questa classe e adesso, ormai fatto il giro di boa del campionato lottano a pieno gas per il titolo italiano. Peccato per Nari, solo spettatore al Leccio. Determinante sarà continuare così!

Da sottolineare la prestazione di Cesare Fabbri, terzo nella 125 Gr.4.

Infine un grande in bocca al lupo ai piloti della salita Francesco Curinga, e Matteo Bardelli che in questa settimana correranno il Manx gp sull’ Isola di Man. Buoni sgoccioli di vacanza a tutti e arrivederci a Spoleto!