Resoconto Carpasio – Pratipiani 2015

Tutto sulla Carpasio – Pratipiani 2015

 

bandiere

 

Si è appena conclusa a Carpasio, splendido paesino nell’entroterra Imperiese, la prima tappa del CIVS La Carpasio – Pratipiani 2015, il campionato Italiano Velocità in salita. Nonostante qualche piccolo incidente di percorso, il weekend di gare è passato nel migliore dei modi grazie anche all’ottima organizzazione del Motoclub Squadra Corse Badalucco presentando una novità molto apprezzata da tutti i piloti, le prove libere del sabato cronometrate. IMG_1713Con più di 100 partenti, il vincitore assoluto è stato l’idolo di casa ed attuale Campione Italiano ed Europeo 600-OPEN Francesco Curinga con il tempo di 1’26.27 nuovo record del tracciato. Vorrei sottolineare come negli anni si sia evoluto il pilota ricordando che nel 2011 vinse con il tempo di 1’36.96.

 

Ma veniamo nel dettaglio ai risultati.

Solo 2 i partecipanti nella classe Scooter nella quale si impone Christian Daldosso sul compagno di squadra Emiliano Stevanoni con il miglior tempo di 1’39.77

Anche in Moto 3 abbiamo 2 partecipanti, con Andrea Neri vincitore su Luciano Adami con il tempo di 1’39.91

Carpasio15_4374Nella classe 125-OPEN Il campione Italiano in carica Marco Queirolo ha la meglio sui suoi 8 avversari battendo con il suo 1’35.68 Marco Lombardi secondo, Davide Belletti terzo, Pierluigi Mutti quarto e Dario Bertolacci quinto.

 

Carpasio15_2048In 250-OPEN dominio assoluto di Cristian Olcese, Campione Italiano in carica, che vince la sua categoria con il tempo di 1’31.04 distaccando al secondo posto Pierluigi Mutti, Guido Testoni terzo, Giacomo Airola quarto e Mario Basso quinto.

 

Carpasio15_2099Ben 15 i partenti nella Classe 600-STK nella quale un ottimo Carmine Sullo, in sella alla sua Suzuki, vince con il best di 1’29.38 lasciando dietro di se Stefano Frisanco secondo, Stefano Nari terzo, Paolo Rossini quarto e David Lignite quinto.

 

Carpasio15_2151Nella Naked continua lo strapotere di Stefano Manici che, nonostante la pressione di un ottimo Riccardo Marchelli, vince la sua categoria con il tempo di 1’30.04. Al secondo posto troviamo appunto Riccardo Marchelli, Niccolò Barsi al terzo, Giovannoni Marco al quarto, ed Emanuele Beraldo al quinto.

 

Carpasio15_4538La classe 600-OPEN vede vincitore Francesco Curinga, al secondo posto troviamo Stefano Nari, Il giovane Marco Giordano al terzo posto, nonostante un infortunio al quarto troviamo Fabrizio Lannutti, ed al quinto posto Daniele Stolli.

 

Carpasio15_4598La seconda classe più numerosa e la SUPERMOTO con ben 15 Partenti. Ha la meglio su tutti Loris Pedriali che, nonostante l’assenza dalle gare da qualche anno, dimostra di essere in gran forma consolidando anche il primato in classifica europea. Con il tempo di 1’28.80 lascia alle sue spalle in ordine Niccolò Bentivolgio, Francesco Martinelli, Andrea Averame, ed Alberto Moseriti.

 

Carpasio15_2480Nella nuovissima classe 1000-OPEN, seconda vittoria in carriera per Daniele Lombardi, dimostrando ancora una volta l’ottimo stato di forma, mettendo dietro di se con il suo best di 1’31.39 piloti come Stefano Bonetti al secondo, Marco Giovannoni terzo, Francesco Piva quarto ed Alberto Moseriti quinto.

 

 

Carpasio15_2493Per finire lo spettacolo della classe SIDECAR con al comando l’equipaggio Barbi – Doratori relegando ai gradini più bassi del podio in ordine Cerioni – Albertoni, Manfredi – Padoan, i Fratelli Zecchi, e Reolon – Merlo.

 

 

Categoria EPOCA

Nella Classe 175, Gianni Finelli vince su Mario Dolfi secondo, Alessio Ascari terzo, Paolo Marchetti quarto e Eric Guzzinelli quinto.

Nella Classe 250 il Vincitore è Giovanni Lombardi, lasciando alle sue spalle la leggenda Giovanni Burlando secondo, Alexander Loncao terzo, e Giorgio Tagliabue quarto.

Nella Classiche 4T il vincitore è Umberto Ricci, al secondo posto Eugenio Convalle, al terzo Daniele Allamande, e Armando Zoffrea al quinto.

 

IMG_2735Una nota che fa capire lo spirito della salita e l’amicizia che lega 2 persone riguarda il pilota Niccolò Bentivoglio e l’amico/meccanico Matteo Bleggi il quale dopo la rottura del motore da parte di Bentivoglio nelle prove del sabato, è partito con la sua moto alle 7 di sera per tornare nella loro officina a Trento per recuperare un nuovo motore da poter rimontare in tempo per la gara della domenica mattina. In una notte si è fatto 1000km ed alle 9 della mattina di domenica il motore era già bello pronto sulla moto di Bentivoglio pronto a partire per le prove ufficiali.

Avviso Importante:

Alcuni piloti hanno segnalato nella giornata di domenica durante la gara, il furto di soldi, carte di credito e documenti presi dai propri furgoni anche se ben nascosti. Se qualcuno avesse visto qualcosa può lasciare un messaggio a velocitainsalita@gmail.com che verrà recapitato a chi di dovere.